La virgola indica la più piccola interruzione possibile del discorso. Nella scrittura del testo, la virgola segue immediatamente il carattere precedente ed è seguita da uno spazio bianco.

Più che per altri segni di punteggiatura, l’uso della virgola è alquanto soggettivo; e in genere è suggerito da motivi di comprensibilità e leggibilità del testo. In linea di massima, un uso troppo scarso della virgola rende difficile la lettura e può causare ambiguità. D’altra parte, il suo impiego eccessivo finisce per frammentare inutilmente il discorso.

Regola base.

All’interno di una proposizione (soggetto-predicato-oggetto) la virgola non deve mai separare il soggetto dal predicato o il predicato dall’oggetto (Gli ultimi movimenti di borsa indicano una tendenza al rialzo).

È possibile inserire nella proposizione un inciso racchiuso tra due virgole (Gli ultimi movimenti di borsa, così almeno pare, indicano una tendenza al rialzo).

(fonte: Il nuovo manuale di stile di Roberto Lesina)

virgola

 

 

SKRIBI è un progetto di Elena Manzari - p.Iva. 07990430725

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: