Category

Post it

By | Post it

Tra qualche giorno si ricorda la giornata della memoria e tra gli innumerevoli titoli che affollano le librerie, Skribi compresa, durante questa ricorrenza vorrei porre l’attenzione su questo fumetto vincitore del premio ANDERSEN la rivista e il premio dei libri per ragazzi dello scorso anno nella sezione fumetti e adatto ai ragazzini e alle ragazzine delle scuole medie.
Si tratta di “La guerra di Catherine” di Julia Billet e Claire Fauvel (Mondadori).

Rachel, giovane studentessa ebrea, frequenta una scuola speciale, la Maison di Sèvres, e ama guardare il mondo attraverso la sua Rolleiflex. Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale è però costretta a fuggire e a cambiare identità. Aiutata da una rete di partigiani, Catherine – questo il suo nuovo nome – dovrà nascondersi in luoghi sempre diversi e imparare a fidarsi di persone nuove, senza mai separarsi dalla sua macchina fotografica. Da questo lungo viaggio prenderà vita la sua testimonianza per immagini che invita a non dimenticare la bellezza nascosta nel quotidiano e che celebra gli eroi anonimi, che mettono a rischio la propria vita per salvare quella degli altri. Un viaggio che l’aiuterà a crescere e che la trasformerà in una donna libera

Tra parole e immagini, l’avventura di una ragazza ebrea, fotografa in erba, nella Francia occupata.

Una meraviglia 

Mancarsi

By | Post it

«C’innamoriamo di minuzie, di riflessi in cui vediamo l’altra persona come pensiamo che nessuno l’abbia mai vista e mai la potrà vedere, e custodiamo questi attimi di unicità in forma d’immagine, anche se negli anni sbiadisce; ma è a quell’immagine che chiediamo aiuto quando il nostro sentimento vacilla e dubitiamo di amare, allora la richiamiamo, e ci basta (quando ancora l’immagine è viva) ritrovare quel modo di bere a canna, tenendo la bottiglia distante dalle labbra, perché l’amore torni a insinuarsi e si riaccenda, rimettendo a posto le cose, disponendole intorno a noi nell’ordine rassicurante in cui siamo abituati a vivere, e ci lasci dove siamo, reprimendo di schianto i progetti di fuga a cui avevamo già cominciato a lavorare».

Un condensato di calore è “Mancarsi” di Diego De Silva (Einaudi). Un libro di sole 90 pagine in cui rifugiarsi oggi.
La perfetta storia d’amore di due persone che si sfiorano senza incontrarsi mai.

L’uomo dei tetti

By | Post it

Cari amici, lo volete un esempio di libro bellissimo che si può leggere fino ai 99 anni e più e che si può appendere al muro (volendo) a fine lettura perché è un libro insolitamente meraviglioso?

Eccolo qui: sto parlando di
“L’uomo dei tetti” di Nerina Fiumanò e Angelo Ruta, collana Libro da parati della VerbaVolant edizioni 

Un uomo deluso e ferito dalla vita, che da anni ha scelto di vivere sui tetti delle case, lontano da tutto e da tutti; per non soffrire mai più, sfidando il freddo, il caldo, le intemperie, la solitudine. Ed è proprio quest’ultima a tormentarlo, e a costringerlo a vagare senza sosta da un tetto all’altro. Finché un giorno di gelo e di neve trova riparo sul balcone di una casetta dal tetto rosso: un luogo che, a poco a poco, nel suo lungo vagabondare, diventerà un punto di approdo, di calore, di certezza… d’amore.

Se volete vederlo con i vostri occhi fate un salto in libreria. Sono certa vi piacerà.

Il buio nell’oscurità

By | Post it

«Non si nasce felici.
Si nasce e basta. La felicità è immateriale, non è il latte; è un do che si professa e non sempre si manifesta, ha le sue messe, le sue ripetizioni, ha i suoi miscredenti; ha i suoi tempi, brevissimi o dilatati,e i suoi ricordi – non sempre. La felicità ha la sua musica: ha il ritmo, l’armonia, la prosodia. Non è il latte.
Non si è felici.
Felici si diventa, oppure no».

Venerdì 25 gennaio avremo il piacere di presentare il primo romanzo di Riccardo Filograsso dal titolo “Il buio nell’oscurità” pubblicato dalla casa editrice di bari Florestano Edizioni.
Un romanzo sulla difficoltà di essere madri e di essere figli, della fragilità che lega – con un filo sottile – il legame di sangue tra una madre e suo figlio ancor prima della nascita di quest’ultimo. Un libro intimo e molto familiare.
A chiacchierare l’autore ci sarà Olga Mascolo (avvocato matrimonialista).
La serata sarà accompagnata dalle note di Miriam Lorusso (chitarra classica).

La vita inizia quando trovi il libro giusto

By | Post it

Arriva in libreria il libro che sta scalando le classifiche grazie al passaparola dei lettori (che bella cosa!  ): sto parlando di “La vita inizia quando trovi il libro giusto” scritto da due amiche di una vita, Ali Berg e Michelle Kalus e giunto in Italia grazie alla Garzanti Libri.

Una storia che parla a chi ama i libri, a chi crede che leggere possa cambiare la vita, a chi non rinuncia mai all’idea di innamorarsi ancora, tra le pagine di un romanzo come nella vita reale.

Domandone: ma l’uomo giusto deve leggere i libri giusti?

 

Cane puzzone

By | Post it

Ecco a voi il randagio più tonto e spelacchiato del mondo, che non fa un passo senza il suo fan club di mosche, è molto dolce e affettuoso, ma ha un talento speciale per mettersi nei pasticci…

Finalmente anche in Italia una delle serie francesi più amate: Cane puzzone e Cane puzzone va a scuola.
Impossibile resistere 

Terre di Mezzo edizioni.

Novità Sur

By | Post it

Due le novità per le edizioni sur appena arrivate in libreria.
Pronti? 

👉👉 Thomas Berger, Vicini di casa (traduzione di Andrea Asioli): tradotto per la prima volta in italiano “Vicini di casa” è un piccolo gioiello di black humor. Un romanzo in crescendo che tiene il lettore sulle spine fino all’ultima pagina, divertito e frastornato dalle stesse fantasia paranoiche del protagonista.

👉👉 Vera Giaconi, Persone care, (traduzione di Giulia Zavagna): si tratta di 10 racconti che parlano di famiglia violenza, impulsi innominabili, desideri nascosti. 10 racconti in cui l’inquietudine e la minaccia latente filtrano in modo quasi impercettibile nel quotidiano, esplodendo in piccole e intense epifanie alle quali spesso il lettore è chiamato a dare la propria interpretazione.

Novità col botto! 

Ogni ricordo un fiore

By | Post it

«Non vorrei sembrarvi megalomane ma vi assicuro che tutta la vita del mondo, dalle sue origini fino all’istante che ha preceduto l’avvio di questa frase, aveva come unica ragione quella di riuscire a compattarsi e finalmente farsi manifesta nella storia che ora inizio a raccontarvi».

“Ogni ricordo un fiore” di Luigi Lo Cascio (Giangiacomo Feltrinelli Editore) è la storia del viaggio di Paride Bruno sull’Intercity 728 che lo porterà da Palermo a Roma. Di ritorno dal funerale del padre di un amico d’infanzia, il protagonista passerà le ore del suo viaggio a rileggere gli oltre 220 incipit di romanzi mai scritti che si porta dietro. Paride Bruno soffre, infatti, di Incompiutezza Cronica Multifattoriale (ICM), sindrome che lo rende sempre pronto a distrarsi, a non concludere, ad abbandonare ogni sua iniziativa. Per questo gira sulla stessa frase solo il tempo di un incipit – che sia di un rigo o di dodici pagine –, per questo non ha ancora concluso il suo libro, per questo non riesce ad amare una donna senza essere già nello stesso istante irrimediabilmente attratto da un’altra. Per questo non riesce a stare dentro a un pensiero il tempo di averlo concluso. In altre parole, non riesce a vivere (Stefania Maruelli, Sul romanzo, blog letterario).

Un libro molto particolare questa prima prova dell’attore e regista siciliano Luigi Lo Cascio. Una scrittura barocca, elegante, ricca. Un libro che merita di essere letto.

Faber_20 anni senza di lui

By | Post it

Cari amici, oggi sono esattamente 20 anni dalla scomparsa del più importante (a nostro avviso) cantautore italiano, il poeta e trovatore per eccellenza: Fabrizio De Andrè.

Lo vogliamo ricordare ascoltando la sua musica che rimarrà eterna, leggendo le sue canzoni, pura poesia, e leggendo i libri che lo riguardano.

Un caro saluto a te, Faber 

ColoreInferno. Artisti spezzati dalla Grande Guerra

By | Post it

Un libro davvero particolare quello che ho qui tra le mani, un graphic novel che gioca con il linguaggio delle immagini sequenziali del fumetto e dell’arte del primo Novecento, per parlare e fantasticare di alcuni artisti morti in trincea durante il primo conflitto mondiale: Umberto Boccioni, Antonio Sant’Elia, August Macke, Henri Gaudier-Brzeska, Louis Pergaud, Saki, Luciano Serra…

“ColoreInferno. Artisti spezzati dalla Grande Guerra” inaugura la collana “B Comics” dedicata agli autori italiani.

A cura di C. Valagussa e A. Macchi.
IFIX naturalmente 

Con Maurizio Ceccato e Lina Monaco.

[Dolce è la guerra se non la conosci, Erasmo da Rotterdam].

SKRIBI è un progetto di Elena Manzari - p.Iva. 07990430725