Category

Laboratori

La calda neve del natale

By | Laboratori

“La calda neve del natale” è un meraviglioso racconto tratto dall’antologia “… e se la festa fosse adesso?” di Anna Magistà (Gagliano editore).

Venerdì 21 dicembre a partire dalle ore 17.30 avremo la possibilità di avere qui in libreria l’autrice per la lettura animata del suo racconto e a seguire, ispirati dallo stesso racconto e dalla festa natalizia oramai vicinissima, costruiremo il nostro pupazzetto Olaf aiutati dalla stessa Anna e Palma dell’Associazione Culturale e del Benessere Dhea.

Cominciamo le feste con un momento magico insieme 

L’incontro è rivolto ai bambini dai 4/8 anni.
Prenotazione obbligatoria, costo ticket 8 euro.

[info@skribi.it oppure 393.2518665 per informazioni]

Pit Stop con la Strega delle Spille

By | Laboratori

Siete in imbarazzo per i regali di natale e cercate un’idea nuova, unica e inusuale?

Nessun problema, amici belli: vi aspettiamo giovedì 20 dicembre dalle ore 18 alle 20 qui in libreria con la strega delle spille, Silvana Sciancalepore, per un PIT STOP originalissimo!

Durante queste due potrete creare spille ma anche anelli, specchietti, calamite, portachiavi apribottiglia, orecchini e pins con un’immagine o una scritta che vi ha rapito il cuore e volete portare con voi o donare come regalo in vista del natale.

Se non avete nulla da portare ma siete comunque affascinati dall’idea nessun problema: qui c’è così tanta roba bellissima che aspetta solo di essere indossata 

Ma vediamo come funziona meglio questo PIT STOP.
Con soli 5 euro avrete la vostra spilla personalizzata (da 4.4 o da 5.6 cm) e potrete scegliere dopo anche:

– anello con soli 2 euro
– specchietti da borsa con soli 3 euro
– calamite con soli 2.50 euro
– portachiavi apribottiglia 3.50 euro
– orecchini con soli 3 euro
– pins da 2.5 con soli 1 euro
– pins da 4.4 o da 5.6 cm a soli 2 euro

Che ve ne pare?   
No iscrizione, ingresso libero.

Libreria Skribi Parole Suoni Cose, Conversano (Bari)

info@skribi.it
393.2518665

 

La vera storia del natale (scritta da noi)

By | Laboratori

Domenica 16 dicembre aspettiamo tutti i bimbi di età compresa tra i 6/10 anni per una nuova bellissima mattinata in libreria dal nome La vera storia del natale (scritta da noi).

Ma cosa succederà di bello?
Ci lasceremo suggestionare da una lettura animata inventata (!) accompagnata con il teatro kamishibai e non sveleremo il finale della storia che sarà scritto dai partecipanti divisi in gruppi a seconda dell’età. Il tutto sarà diretto e coordinato da Nicla e Cristina dell’associazione Semi di Carta.

Siete pronti? ♥

[info:
possono partecipare bambini di età compresa tra i 6/10
ticket iscrizione 6 euro
prenotazione obbligatoria entro venerdì 14]

 

Skribi presenta una lettura animata con il teatro kamishibai

By | Laboratori

Care mamme e cari papà,
domenica 11 novembre alle ore 10.30 in libreria ci sarà un incontro molto particolare grazie alla bravissima Nicla Trovisi dell’associazione Semi di Carta: avremo una lettura animata del libro “Come? Cosa?” (Orecchio Acerbo Editore) mediante l’utilizzo del teatro kamishibai.

Il kamishibai è un antico metodo giapponese di raccontare storie che ha avuto la sua massima espressione nel periodo del primo dopo guerra, quindi tra gli anni ’20 e gli anni ’50.
Si tratta di un originale ed efficace strumento per l’animazione alla lettura, un teatro d’immagini di origine giapponese utilizzato dai cantastorie: una valigetta in legno nella quale vengono inserite delle tavole stampate sia davanti che dietro: da una parte il disegno e dall’altra il testo. Lo spettatore vede l’immagine mentre il narratore legge la storia.

Aspettiamo tutti i bimbi e le bimbe di età compresa tra i 5 e gli 8 anni. L’ingresso è libero ma l’iscrizione è obbligatoria, basta mandare una mail a info@skribi.it.

A domenica! ♥

30 e 31 ottobre due giorni da paura con Skribi e associazione Dhea

By | Laboratori

Care mamme e cari papà,
per far trascorrere momenti lieti ai vostri bimbi e alle vostre bimbe la Libreria Skribi Parole Suoni Cose e l’Associazione Culturale e del Benessere Dhea vi propongono un pacchetto da paura! 🙂

In occasione di Hallooween abbiamo pensato a due giorni da brividi per i vostri piccoli all’insegna della creatività, del gioco, della lettura, del divertimento, della narrazione, della condivisione e della paura.
Non temete, ce n’è per tutti i gusti!

martedì 30, ore 18.00, libreria Skribi: lettura animata a tema e laboratorio creativo tenuto da Anna e Palma.
All’incontro possono partecipare tutti i bimbi e le bimbe di età compresa tra 4/8 anni.
Ci lasceremo suggestionare dalla narrazione di una storia paurosa (ma non troppo) e concluderemo la giornata con un momento di creatività laboratoriale.
L’iscrizione è obbligatoria. Costo ticket 6 euro. Tempo massimo d’iscrizione mercoledì 24.

mercoledì 31, ore 16.00, associazione Dhea: gara di racconti paurosi, ma paurosi davvero!
All’incontro possono partecipare tutti i bambini e le bambine di età compresa tra 8/12 anni. Giudice insindacabile della gara sarà Elena, la libraia.
Il miglior racconto si aggiudicherà il primo posto e vincerà un premio mentre per tutti i partecipanti sono previsti divertenti gadget.
L’iscrizione è obbligatoria. Costo ticket 8 euro. Tempo massimo d’iscrizione mercoledì 24.

Iniziate ad aver paura, eh?! ♥

[per saperne di più: info@skribi.it – 393.2518665 (Elena)]

Laboratorio di spillette con Sylv Shanka

By | Laboratori

Hai mai pensato di poter indossare le tue parole?
No?!
Allora non sai cosa è in grado di fare Sylv Shanka!
Sei pronto a meravigliarti meravigliosamente?

Sabato 20 ottobre a partire dalle ore 18.00 ti aspettiamo in libreria per il laboratorio di spillette ideato e creato da Silvana Sciancalepore, la Strega delle Spille.

Ci divertiremo a scarabocchiare, ritagliare, incollare parole e immagini utilizzando anche alcune tecniche liberamente ispirate al metodo Caviardage di Tina Festa e allo scarpbooking. Il risultato ottenuto saranno spille originali, uniche da regalarsi e da regalare ♥

Al laboratorio possono partecipare ragazzi e adulti dai 15 ai 99 anni.
L’iscrizione al corso è obbligatoria.
Il costo è di 10 euro e prevede la realizzazione di due spille da 44mm.

per iscrizioni e info: 393.2518665
info@skribi.it

ps: se ci sono iscritti che appartengono allo stesso nucleo famigliare il costo del laboratorio scende a 8 euro.

 

 

Orco Pancera_Laboratorio teatrale e performance

By | Laboratori

Orco Pancera, di e con Teresa Petruzzelli (tratto dal racconto illustrato Bimba & Orco di Teresa Petruzzelli).

Orco è abbruttito dalla solitudine, dalla mancanza di affetti e soprattutto dal perduto amore, Orchessa Nientemale, fuggita all’estero su di una nave di pirati in cerca di lavoro.
Orco vaga per canali e discariche cibandosi di cibo in scatola ammuffito, non pulisce mai il suo antro e indossa una canottiera sporca di ragù ma ha con sé il Babascjon, un frutto magico che gli ha donato una bambina strana.
Ce la farà Orco a seguire i consigli della bambina e a ritrovare la sua Orchessa?

Dopo la performances ci sarà il laboratorio multi artistico rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni durante il quale verrà si rispettato il diritto del bambino di essere se stesso assecondando le proprie inclinazioni. Si formeranno piccoli gruppi dove si potrà disegnare, riscrivere la drammaturgia o vestire i panni di Orco.
Ciascun bambino porterà con sé un oggetto che reputa magico.

La quota d’iscrizione per lo spettacolo e il laboratorio è di 7 euro.
Il numero massimo dei partecipanti è di 15 iscritti.

 

RapLab_il primo laboratorio di RAP per i bimbi e le bimbe di Skribi

By | Laboratori

Laboratorio di RAP

Docente GAETANO OCCHIOFINO in arte TORTO OG (Zona 45, Pooglia Tribe, Bari Jungle Brothers).

***** Il rap è scrittura *****

Che piaccia o no il rap è un linguaggio che i ragazzi e le ragazze conoscono bene e spesso praticano. Ma a cosa serve il rap? Cosa dice, cosa consente di dire? Ad alcuni non dice nulla, a tanti altri, invece, consente di dire. Strumento nato in contesti urbani come voce di protesta o addirittura di rivolta di una comunità, quella afroamericana, ma anche di diverse minoranze etniche, il rap oggi va di moda, fa vincere discussi talent show televisivi e incendia gli animi e le schermate in word di migliaia di giovani. Messaggi contrastanti e di diverso segno. A nostro avviso, il rap può rappresentare un efficace strumento per una “maieutica della scrittura”: inizi a scrivere il rap e poi continui a scrivere, magari un articolo, un’opinione, un commento su facebook, un piccolo libro o un compito in classe, un progetto. Mantenendo un’onestà intellettuale che è propria di un certo rap, insieme alla ruvida e cruda ma reale poesia di strada in cui si esprime. Rompere il ghiaccio con il linguaggio scritto e il necessario ragionamento che lo precede e accompagna e fa crescere.

Certo, il Rap è anche poesia e tutti poeti non siamo. Potremmo però scoprire molti e nuovi poeti. E, fuori dalla vana ricerca di piccole ed evanescenti stars, aiutare i giovani alla ricerca del proprio talento o della propria passione a prendere sicurezza. Per affrontare la vita con un’arma sicuramente necessaria: la parola. La libertà e la ricchezza di
esprimere un’opinione senza prenderla in prestito da nessuno; di parlare con il linguaggio più efficace; di affermare sé stessi e mettersi in connessione – anche telematica – con il resto della società attraverso quella parola, scritta e pensata. Una parola scritta rinata attraverso le nuove tecnologie, in nuovi formati, in video rappati tra centinaia di sfide e rimbalzati anche milioni di volte sui canali di youtube preferiti.
Perché lo sviluppo dei nuovi strumenti di comunicazione – smartphone, pc, computer e da questi a blog e social network, chat e connessioni audio e video di ogni tipo – se da un lato cancella la tradizione della scrittura su carta, dall’altro apre infinite possibilità di scrittura digitale, in diversi formati e dando la possibilità di comunicare in tempo reale, praticamente ovunque e a tutti, creando reti di persone e gruppi sempre più vasti. È quella scrittura giovanissima, la scrittura dei nativi digitali, che gli adulti hanno il compito di leggere, interpretare e guidare verso forme e contenuti presenti e ancora non del tutto espressi. Il rap è uno strumento efficace per far
diventare quei pensieri delle parole, dei discorsi, dei progetti. Diamo una voce a quella scrittura e una scrittura a quelle voci. Diamogli una possibilità, un microfono e una tastiera digitale, una qualsiasi, su cui sia possibile scrivere qualcosa. Comunicare, scrivere, parlare in rima e fare della vita di ogni giorno una poesia. È questa la prima scommessa.

***** Le tecniche *****
Il laboratorio di rap è incentrato sulle tecniche di scrittura, composizione e pratica del rap. Le lezioni includeranno alcuni accenni alla storia dell’hip hop, di cui il rap fa parte insieme alle altre tre discipline del ballo (breakdance) dei graffiti (aerosol art) e dell’arte del giradischi (turntablism), raccontata e spiegata anche attraverso supporti audio e video. La restante parte delle ore, invece, sarà impiegata nell’esercizio di scrittura collettiva e individuale e di esercizio vocale di rap attraverso l’esecuzione dei testi scritti dai corsisti su basi musicali. Alla fine del laboratorio saranno eseguiti i testi composti dagli allievi in una performance dal vivo che prevede la partecipazione degli stessi, insieme a un rapper e a un cantante professionisti.
I giovani, dato il contesto, saranno invitati a esprimersi attraverso la scrittura e l’interpretazione di versi senza limiti alla libertà di espressione ma con i limiti imposti dalle normali regole di convivenza civile ed educazione.

****** Il corso *****

È rivolto principalmente a giovani appassionati di musica che, per questioni logistiche derivanti da orari scolastici e impegni riguardanti la scuola e i tempi di vita, difficilmente potrebbero avvicinarsi a una cultura nata certamente per strada, ma per strada raramente presente – se non in alcuni grossi centri urbani o nelle serata in orari notturni della club culture. Il valore aggiunto di un progetto basato sull’hip hop è la natura profonda di questo vero e proprio
movimento, non solo un genere musicale diffuso in tutto il mondo, riconosciuto e praticato da migliaia di ragazzi in Italia, quindi assai prossimo al loro mondo e ai loro universi simbolici ma una cultura che, utilizzando la definizione del sociologo Marshall McLuhan, intende coniugare due necessità e desideri diversi e complementari dei giovani: l’educazione e l’intrattenimento. Questo concetto è riassunto in un efficace neologismo, “edutainment”, che il sociologo spiega così: “Coloro che fanno distinzione fra intrattenimento ed educazione forse non sanno che l’educazione deve essere divertente e il divertimento deve essere educativo”. La scommessa finale, il risultato che prevediamo, è quello di un confronto positivo fra i ragazzi, una condivisione, un dialogo fra differenti opinioni, fra idee. Utilizzando non solo l’italiano ma anche il dialetto se qualcuno ne ha voglia – come il rap da tempo ha insegnato a fare per superare allegramente i rischi della discriminazione e della xenofobia. Perché la parola costruisce ponti tra persone differenti e la musica unisce continenti lontani. E, almeno nella musica, possiamo davvero sentirci tutti uguali. Ognuno con una differente storia da scrivere e raccontare.

L’iscrizione al laboratorio è obbligatoria e comprende 10 lezioni da 1 ora ciascuna per un costo complessivo di 80 euro (ogni lezione sarà il mercoledì a partire dalle 18.00 ed eventuali modifiche di orario avverranno su disposizione del docente).

per informazioni: info@skribi.it

Esploratori di suoni – Laboratorio in ecologia del suono

By | Laboratori

Riconoscere il suono che ci circonda è fondamentale per capire il paesaggio che viviamo, ciò che ci è familiare.

Per questa ragione, crediamo sia importante avvicinare i più piccoli ad un ascolto più attento del frastuono anonimo che ci circonda.

Venerdì 15 giugno e sabato 16 terremo il primo laboratorio in ecologia del suono presso la nostra sede.

Il docente di questo laboratorio rivolto ai bambini di età compresa tra 8 e 12 anni è Francesco Giannico, direttore dell’Archivio Italiano dei Paesaggi Sonori.

Per saperne di più:

https://www.facebook.com/events/1160017247483905/

info@skribi.it

393.2518665

 

SKRIBI è un progetto di Elena Manzari - p.Iva. 07990430725